Bologna : Comunale, Mariotti inaugura “L’estate del Bibiena”

Lunedì 21 giugno alle 20.00 al Comunale l’inaugurazione della rassegna “L’estate del Bibiena” 

IL RITORNO DI MARIOTTI PER LA FESTA DELLA MUSICA

Ritrova l’Orchestra del Teatro Comunale ad un anno di distanza, dopo il concerto di riapertura dello scorso 25 giugno a seguito del primo “lockdown”, Michele Mariotti, che è stato prima Direttore principale e poi Direttore musicale della fondazione lirico-sinfonica bolognese dal 2008 al 2018. Lunedì 21 giugno alle 20.00, nel giorno del solstizio d’estate che coincide anche con la celebrazione della Festa della Musica, il direttore d’orchestra pesarese è infatti protagonista del concerto straordinario che inaugura la rassegna intitolata “L’estate del Bibiena”, prevista all’interno del teatro. Inoltre, nell’ottica di rivolgere particolare attenzione ai giovani, gli Under30 hanno potuto assistere alla prova generale, questa mattina alle 10.30, ad un prezzo simbolico di 2 euro.

Anche noi, pur avendo da tempo superato i 30anni, abbiamo avuto questa opportunità, come testimoniano le poche immagini che seguono…

In programma l’Ouverture dalla Semiramide di Gioachino Rossini, opera del 1823 che Mariotti ha definito «il capolavoro di Rossini: la sua indiscussa cattedrale belcantistica ed in qualche modo anche il suo testamento»; l’ ha diretta alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, al Rossini Opera Festival di Pesaro ed al Concertgebouw di Amsterdam. Questa pagina sinfonica, che Mariotti ha inciso nel 2018 con l’Orchestra del TCBO per l’etichetta Pentatone nell’Album “Rossini Overtures”, viene accostata all’Ouverture da concerto Othello op. 93 B. 174 di Antonín Dvořák, ultima delle tre Ouvertures per grande orchestra racchiuse sotto il nome di Priroda, zivota làska (Natura, vita e amore), eseguita per la prima volta nel 1892 a Praga con la direzione del compositore, in procinto di lasciare l’Europa per recarsi in America.

Alcuni passaggi dalle prove

Completa la serata la Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73 di Johannes Brahms, composta nel 1877 in Carinzia, sulle Alpi austriache, e intrisa della natura di quei luoghi, che fu presentata con successo quell’anno al Musikverein di Vienna con Hans Richter sul podio.

Michele Mariotti – ph. Rocco Casaluci

I biglietti per il concerto, da 15 a 25 euro, sono in vendita sia online tramite Vivaticket sia presso la biglietteria del Teatro Comunale (ingresso da Piazza Verdi). Per l’acquisto potrà essere utilizzato il voucher emesso per spettacoli e concerti del Teatro Comunale di Bologna annullati causa Covid-19 nel corso della Stagione 2020.

MDG

Lascia un commento