Archive for the 'Archivio Video' Category

giu 16 2013

Bologna: jazz, Villotti alla Montagnola

Montagnola Music Club

Jimmy Villotti Trio

Prove ed Intervista

In formazione con Villotti,chitarra, Mirko Scarcia al contrabbasso e  Fabio Grandi alla batteria.

L’estate comincia alla grande, in Montagnola…

MDG.

Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

giu 11 2013

Portegrandi(VE):la Sagra con la musica di Giuliano

Serata ghiotta non solo dal punto di vista culinario a Portegrandi(VE) in occasione della sagra: difatti non solo allegria e cibi succulenti, ma anche…

Momenti della Sagra

Bene, cari amici, grazie per essere stati in nostra compagnia e… alla prossima!

MDG.

Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

giu 08 2013

Bologna: Notte Bianca al Navile

Si è svolta sabato scorso l’annunciata Notte Bianca del Quartiere Navile.

La Notte Bianca del Navile

Da piazza Unità fino all’Ippodromo è stato un pullulare di cittadini e famigliole accomunati dal desiderio di godersi qualche ora di spensieratezza.

Esperimento riuscito, diremmo, in attesa del prossimo…

MDG.

Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

giu 06 2013

Bologna: anteprima del Biorgafilm Festival 2013

Biografilm Festival

International Celebration of Lives

Bologna, 7 ‐ 17 giugno 2013

Biografilm Festival – International Celebration of Lives è il primo festival italiano dedicato alle biografie ed ai ai racconti di vita: dal cinema alla letteratura, dal documentario alla fotografia, dall’arte al teatro, alla musica.

Alexandra Della Porta Rodiani, regista del film “Ornella Vanoni: Ricetta di donna”,ha presenziato alla conferenza stampa di anterprima; Vincent Paterson, il coreografo di Michael Jackson e Madonna, presente al festival per il film-documentario sul suo lavoro, intervistato da noi nel filmato che qui  segue, non ha invece partecipato all’incontro con la stampa in conferenza, pronto per la fitta serie di impegni che al Biografilm lo attendono...

L’anteprima

Il motto di questa nona edizione spiega il Direttore artistico Andrea Romeo è Look Forward  ‐  Guarda avanti.

Un augurio ed un imperativo per una  generazione ed un  Paese  che sperano di vedere la fine di una crisi, che ha profondamente minato tutte le certezze e che chiede urgentemente l’individuazione di nuovi punti cardinali”.

F.R.

Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

giu 05 2013

Bologna: al via Bolognetti Rocks

Al via la nuova stagione estiva di Bolognetti Rocks

Giovedì 6 giugno il Quadriportico di Vicolo Bolognetti riapre le sue porte alla città con un grande opening party per la nuova edizione di Bolognetti Rocks, la rassegna estiva organizzata per il secondo anno consecutivo da Covo Club e Osteria dell’Orsa, nell’ambito degli appuntamenti di bè bolognaestate 2013, a cura del Comune di Bologna.

Anche quest’anno il Bolognetti Rocks sarà il salotto estivo della città, grazie ad un allestimento che trasformerà completamente il cortile dello storico palazzo dove hanno sede gli uffici del quartiere San Vitale. Lo spazio sarà reso assolutamente unico e con un forte impatto visivo grazie a una pavimentazione che abbatterà ogni barriera architettonica, una tensostruttura che coprirà il palco per garantire gli spettacoli anche in caso di pioggia, l’installazione di speciali luci led che illumineranno le arcate del quadriportico e la mostra permanente curata dalla Galleria Ono Arte Contemporanea, che rivestirà le pareti del Cortile con foto storiche di personaggi legati al mondo del rock.

La presentazione dell’iniziativa

Tutti i giorni, a partire dalle ore 19.30 (chiusura settimanale la domenica), il Bolognetti sarà uno dei cardini dell’estate bolognese, dove si potrà mangiare e bere nei due bar e nel punto ristoro gestiti dall’Osteria Dell’Orsa e dove si potrà godere un ricco programma musicale curato dal Covo Club.

Fulcro della rassegna, che si concluderà il 3 agosto, saranno i concerti, uno straordinario concentrato di qualità, dove spiccano, fra gli ospiti stranieri, Deerhunter, Pere Ubu, Johnny Marr, Black Rebel Motorcycle Club, Glen Hansard, Tom Tom Club, The Fresh & Onlys. Come sempre ampio spazio alle proposte italiane d’autore con, fra gli altri, Nada, Tre Allegri Ragazzi Morti, Thony, Offlaga Disco Pax, His Clancyness, Umberto Maria Giardini e Appino.

Anche quest’anno ritorna RockER Festival, organizzato da Covo Club ed Estragon che, con il fondamentale supporto della Regione Emilia-Romagna, porta in città i grandi nomi del rock indipendente internazionale.

Come nella scorsa edizione tutti i concerti saranno ad ingresso “Up To You”, ovvero ad offerta libera, ad eccezione dei 4 appuntamenti più importanti del RockER Festival: Deerhunter (26 giugno, ingresso € 15 + d. p.), Johnny Marr (2 luglio, ingresso € 15 + d. p.), Glen Hansard (unico appuntamento di domenica, 7 luglio, ingresso € 15 + d. p.) e Black Rebel Motorcycle Club (16 luglio, prezzo in prevendita € 18 + d. p. – prezzo del biglietto in cassa il giorno del concerto € 20).

La musica non sarà solo suonata, ma anche selezionata dai migliori djs del Covo Club. Ogni sera, infatti, ci sarà un distintivo viaggio musicale a tema, dal soul al punk, dal rock’n’roll al pop, con dj-set a cura dei migliori dj selecters rock, indie, pop ed electro.

Dopo il successo dell’anno scorso, anche in questa edizione viene riproposto Kids Stage, in collaborazione con Antoniano di Bologna e il prezioso sostegno di Fondazione del Monte. Quattro appuntamenti nel mese di giugno, a partire dalle ore 17.30, dove il cortile diventerà un luogo di festa per i bambini con animatori delle associazioni Music Together, P.A.C.E in English e Fun Science e un concerto realizzato ad hoc per i giovanissimi. Il 9 giugno apre la rassegna Paolo Benvegnù, seguito da Beatrice Antolini (sabato 15 giugno), Pan Del Diavolo (sabato 22 giugno, con concerto anche serale) e Colapesce (sabato 29 giugno, con concerto serale).

Novità di quest’anno la collaborazione con Radio Città Fujiko: tutti i lunedì, dalle ore 18.30 a dopo il tramonto, il quadriportico di Vicolo Bolognetti si trasforma nel Bagno Fujiko 103, una spiaggia di città con ombrelloni e lettini, dove gustarsi cocktails speciali, menù a base di frutta con un sottofondo musicale selezionato dai djs della radio.

BOLOGNETTI ROCKS 2013

6 giugno – 3 agosto 2013

Vicolo Bolognetti 2, 40125 – Bologna

Tel. 051 389073

www.bolognettiontherocks

Apertura ore 19, chiusura ore 02.30

Chiuso la Domenica

I concerti iniziano alle ore 21 circa e finiscono sempre entro le 23

L’ingresso è sempre a offerta libera salvo dove diversamente indicato


T.S.

Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

giu 02 2013

La stagione delle Sagre 2013

E’ cominciata ormai a tutti gli effetti la stagione 2013 per le Feste di strada e per le Sagre.

Questa volta le telecamere di Cafe Musica Eventi hanno curiosato alle sagre di Busa (PD) e di Boara Pisani(PD): buon divertimento!

Boara Pisani e Busa di Vigonza

MDG.

Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

mag 29 2013

Bologna: on. Pittella visita ANT

PRESENTATO IL BILANCIO SOCIALE E OPERATIVO DELLA FONDAZIONE ANT

AL VICE PRESIDENTE VICARIO DEL PARLAMENTO EUROPEO GIANNI PITTELLA

NEL 2012 GLI ASSISTITI SONO STATI 9.562 (+ 2.9%)

Questa mattina il Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo, On. Gianni Pittella, ha visitato a Bologna la sede centrale della Fondazione ANT Italia Onlus, la più ampia realtà non profit italiana nell’ambito delle cure palliative domiciliari ai pazienti oncologici, con circa 3.800 assistiti ogni giorno in 9 diverse regioni. L’Onorevole Pittella ha incontrato lo staff socio-sanitario della Onlus nata nel 1978 per opera dell’oncologo Franco Pannuti, i sostenitori, i volontari e gli amici della Fondazione nell’ambito di un incontro il cui focus era proprio rivolto all’assistenza domiciliare come approccio innovativo alle cure palliative, per una sanità sostenibile. “La sfida che avete, e che abbiamo, davanti credo abbia anche una forte valenza culturale e civica: dobbiamo alimentare la consapevolezza tra la popolazione e nelle istituzioni della necessità di un sistema assistenziale e di tutela qualificato” – ha affermato Pittella, che ha proseguito - “Anche a livello europeo si può fare meglio. A cominciare dalla legislazione europea sul non profit: le normative che regolano la concorrenza non devono avere applicazione identica anche per il settore non profit. Ritengo fondamentale impegnarci per favorire una reale integrazione pubblico privato per passare ad una “societá” del welfare, in mancanza di uno stato sociale all’altezza.”

momenti dell’incontro ed interviste

La visita del Presidente Pittella è stata anche l’occasione per presentare il bilancio sociale di ANT. L’assistenza socio-sanitaria specialistica fornita gratuitamente a domicilio dalla Fondazione ai sofferenti di tumore ha visto nel 2012 un aumento rispetto al 2011, del 2.9%: gli assistiti sono stati infatti 9.562. Dal 1985 a oggi – dati aggiornati al 31 dicembre 2012 – ANT ha assistito 93.042 malati oncologici, 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, per un totale di quasi 16 milioni di giornate di presa in carico (1.627.150 giornate nel solo 2012) grazie alle 20 équipe socio-sanitarie multidisciplinari (Ospedali Domiciliari Oncologici ODO-ANT) che lavorano per la Fondazione. Negli ultimi dieci anni il numero degli assistiti annualmente da ANT è cresciuto del 44%, passando dalle 6.634 persone del 2003 alle 9.562 del 2012. L’aumento costante della presa in carico di sofferenti si deve ad una sempre più capillare diffusione della Fondazione ANT, ma anche alla maggiore consapevolezza, nelle persone e nelle famiglie, della possibilità di usufruire delle cure palliative, grazie anche all’impulso della legge 38 sul dolore.

La Fondazione ANT risulta decima nell’elenco del 5×1000 “Onlus ed Enti del volontariato” su oltre trentamila aventi diritto. Solo il 17% dei ricavi e proventi a bilancio nel 2012 proviene dal pubblico.


Secondo il registro sviluppato da AIRTUM e AIOM (“I numeri del cancro in Italia – 2012″) nel solo 2012 sono stati diagnosticati in tutto 364 mila nuovi casi di tumore: 1.000 nuove diagnosi ogni 24 ore. Si stima che, nello stesso anno, i decessi causati da tumore siano stati 175.000. Il cancro rimane dunque, insieme alle malattie cardiovascolari, una delle patologie più diffuse e letali del nostro tempo (i tumori sono la seconda causa di morte in Italia, subito dopo le malattie cardio-circolatorie). La probabilità teorica individuale di avere una diagnosi di tumore nel corso della vita riguarda un uomo ogni due e una donna ogni tre. Si stima che i malati oncologici assistiti annualmente in Italia in regime di ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) siano tra i 45.000 e i 50.000. Stando a questi dati, ANT accoglie e segue presso il loro domicilio, in modo gratuito e professionale, una percentuale compresa tra l’8 e il 10% dei sofferenti totali in assistenza domiciliare, e solo il 17% dei ricavi e proventi a bilancio nel 2012, proviene dal pubblico (14% da convenzioni con le ASL, 3% da Enti Pubblici).

Il tipo di assistenza fornita da ANT - spiega il Presidente Raffaella Pannuti – non si rivolge solo ad alcune esigenze del Sofferente (ad esempio il controllo del dolore) ma ha un approccio a 360° che affronta ogni genere di problema, sia esso diagnostico, terapeutico, infermieristico, psicologico e sociale, nell’ottica del benessere globale e secondo il principio dell’Eubiosia, ovvero ‘la buona-vita sino all’ultimo respiro’, che da sempre costituisce la pietra angolare su cui si basa l’attività della Fondazione.”

L’attività della Fondazione nel 2012 è stata finanziata, fatta eccezione per i proventi derivanti da convenzioni con Aziende Sanitarie Locali (ASL) – pari al 14% del totale – esclusivamente dalle erogazioni di privati cittadini e manifestazioni (56%) enti pubblici (3%) banche e fondazioni (1%) dal 5×1000 (11%) da lasciti e donazioni (12%) e infine dalla gestione immobiliare e finanziaria (3%). Per quanto concerne la destinazione dei proventi, nel 2012 il 15% è stato impiegato nelle spese per la raccolta fondi (era il 26% l’anno precedente) l’1% è stato destinato alle imposte, mentre il 79% di quanto raccolto è stato destinato all’attività istituzionale (assistenza, prevenzione, formazione, attività di sedi e delegazioni) a fronte di un avanzo gestionale che nel 2012 si è attestato sul 5%.

La Fondazione ANT si colloca al 10° posto nella classifica per importo pubblicata dalla Agenzia delle Entrate relativa al cinque per mille nell’ambito “Onlus ed Enti del volontariato”, su oltre 30.000 aventi diritto. Il contributo del cinque per mille destinato alla Fondazione ANT dai contribuenti nel 2011 (per le dichiarazioni dei redditi relative al 2010) è stato pari a 2.486.828 euro. Tale provento è l’espressione di 101.359 scelte valide. L’importo complessivo è in lieve crescita rispetto all’anno precedente (quando era stato pari a 2.427.183 euro) così com’è cresciuto il numero delle scelte valide (furono 97.601 l’anno precedente).

Alla data del 31 dicembre 2012 i sofferenti ANT assistiti ogni giorno sono 3.732, con un incremento pari al 3.5% (erano 3.606 nel 2011) in 9 regioni d’Italia (Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata) ed in modo completamente gratuito per i malati e le loro famiglie. Il costo globale della presa in carico (in media 100 giorni) di ciascun assistito ANT nel 2012 è pari a 2.156 euro (totale oneri sostenuti da ANT, pari a 20.622.012 euro, diviso totale assistiti, pari a 9.562 persone), esclusi i farmaci che restano a carico del Servizio Sanitario Nazionale e il cui costo è stimabile in quello della presa in carico. Secondo una recente elaborazione Ageing Society – Osservatorio Terza Età su dati del Ministero della Salute, Farmindustria – il costo medio per una giornata di degenza in ospedale è di 780 euro (comprensivo di farmaci, servizi, ecc. – dati riferiti all’anno 2009). Un campione rappresentativo dei familiari dei pazienti nel 2012, rispondendo a un questionario, ha espresso un giudizio globale ‘ottimo o buono’ del servizio offerto da ANT nel 96% dei casi.

L’assistenza specialistica garantita dalla Fondazione ANT è operata da una rete di 258 professionisti (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, assistenti sociali, farmacisti, fisioterapisti) che collaborano con ANT a titolo oneroso, in forza di contratto libero professionale, affiancati da altri specialisti per specifiche consulenze o prestazioni sanitarie.  Al loro fianco lavorano 107 dipendenti e 56 collaboratori della Fondazione – per un totale complessivo di 421 operatori – oltre ai 1.570 volontari iscritti nel registro del volontariato di ANT che supportano le attività di raccolta fondi e di logistica per rendere funzionale l’assistenza domiciliare. È fondamentale sottolineare che l’attività sanitaria della Fondazione è interamente portata avanti da professionisti che svolgono attività libero professionale retribuita all’interno di ANT, a garanzia del fatto che il lavoro del personale sanitario non viene sostituito da quello dei volontari. ANT offre la più ampia rete di assistenza psicologica a domicilio ai sofferenti e ai loro familiari – servizio che nel 2012 ha garantito 17.515 prestazioni, potendo contare sull’attività di 28 figure professionali tra psicoterapeuti e psicologi che hanno complessivamente assistito 2.369 persone tra Malati e loro familiari.

La qualità dell’assistenza domiciliare ANT è supportata da un importante indicatore: il 79% (media nazionale ANT) degli assistiti sceglie di morire al proprio domicilio. Per il Nord Italia questa percentuale è pari al 71%, per il Centro è 74.3% e per il Sud 93%. Questi dati sono di grande rilevanza se confrontati con i dati riguardanti il luogo di decesso dei pazienti con cancro in Italia (Beccaro M. et al, 2012) che indicano una media nazionale di decessi a domicilio pari al 57.9% (molto variabile – dal 28.2% del Nord-est al 94% del Sud del Paese).

Nel 2012 ha inoltre preso il via il Progetto PICC (Peripherally Inserted Central Catheter) che consente di effettuare direttamente a casa dei pazienti oncologici il posizionamento di un catetere venoso centrale per favorire la somministrazione di farmaci, di liquidi e di nutrizione parenterale nei pazienti assistiti dalla Fondazione ANT che sono in fase molto avanzata della malattia. Anche questo servizio è offerto in maniera completamente gratuita agli assistiti ANT.

ANT non è solo Assistenza ma anche Prevenzione: al 31 dicembre 2012 sono 60.670 (erano 43.743 lo scorso anno) le visite gratuite realizzate in 60 diverse province (rispetto alle 44 del 2011)  nell’ambito del solo progetto Melanoma, cui si affiancano i progetti dedicati ai tumori ginecologici e mammari e quello riservato alle patologie della tiroide.

La Fondazione ANT da sempre dedica un’importante attenzione alla formazione. Il continuo aggiornamento di medici, infermieri e psicologi che lavorano per ANT è indispensabile per il mantenimento di adeguati livelli qualitativi di assistenza che la Fondazione garantisce. Nel corso del 2012, nell’ambito della formazione delle figure professionali ANT, la Fondazione ha progettato e coordinato 37 diversi percorsi di formazione personalizzata – per un totale di 12.640 ore erogate – volta all’inserimento di 18 medici, 16 infermieri e 3 psicologi nell’équipe ANT di assistenza domiciliare oncologica. Si aggiungono inoltre 8 tirocini e 22 stage – per un totale di 4.123 ore formative – per operatori di altre strutture sanitarie.

La Fondazione opera sul territorio nazionale attraverso 120 articolazioni organizzative, dette Delegazioni ANT. Le delegazioni vengono costituite con delibera del Consiglio di Amministrazione della Fondazione e ad esse competono, a livello locale, le iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi per l’attività di ANT. Predispongono inoltre le strutture logistiche necessarie alla attività di assistenza sanitaria domiciliare.

Le attività di assistenza domiciliare sono supportate, dal punto di vista organizzativo, da un sistema di inserimento e gestione dati. Vitaever è una tecnologia innovativa cloud-computing, ossia l’unione di software e hardware, flessibile ed affidabile, che si paga al consumo come un servizio, per gestire in maniera semplice ed intuitiva i servizi socio-assistenziali a domicilio.

Il Bilancio Sociale ANT 2012 è disponibile su www.ant.it. E’ possibile scaricarlo al link:

http://www.ant.it/pubb/brochure/Bilancio_Sociale_ANT_2012.pdf

M.T.


Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

mag 28 2013

Il Commissario Maretti, Trailer

Commissario Maretti, il trailer

A breve le avventure del Commissario Maretti, interpretato nello sceneggiato di prossima pubblicazione da Giuliano Mozzato, saranno parte dei palinsesti non solo televisivi, ma anche di DgTvOnline.com per il gaudio delle tante fans di Maretti.

A presto, allora e… seguite Maretti!

MDG.

Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

mag 20 2013

Bologna: Smell Festival 2013 dal 21 al 26 maggio

Torna a Bologna la rassegna dedicata alla cultura dell’olfatto e all’arte del profumo, per esplorare il lato effimero (e non) degli odori.

Bologna 21-26 maggio 2013

Museo della Musica – Strada Maggiore 34, Bologna

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – via Don Minzoni 14, Bologna

Casa Morandi – via Fondazza 36, Bologna

Aula Magna del Complesso di S. Cristina – via del Piombo 5, Bologna

Grand Hotel Majestic “già Baglioni” – via Indipendenza 8, Bologna

ZoneModa-Università di Bologna – Sede Universitaria Valgimigli, via Santa Chiara 40, Rimini

Dal 21 al 26 maggio 2013 Bologna ospita la IV edizione di Smell-Festival dell’Olfatto (www.smellfestival.it), la rassegna dedicata alla cultura dell’olfatto e all’arte del profumo, ideata da Francesca Faruolo, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, e il contributo di Tempo.

Tema attorno a cui ruotano gli eventi di questa edizione è L’effimero, una scelta nata dal desiderio di esplorare la doppia anima degli odori, tanto impalpabili, quanto intimamente legati alla memoria.

Smell 2013 – scrive Faruolo – intende sfiorare il centro del paradosso dell’Effimero, che coglie e illumina l’anima contraddittoria degli odori e delle nostre percezioni olfattive. Desidera percorrere la sottile linea di confine tra fugacità e permanenza, invitando a coniugare gli opposti. Con solenne leggerezza e volatile sedimento.”

La presentazione dell’iniziativa

Anche quest’anno il Festival propone un ampio programma fatto di incontri con creatori di fragranze, installazioni e laboratori sensoriali, che permettono al pubblico di espandere il proprio universo olfattivo. Quartier generale dell’evento si conferma il Museo della Musica di Bologna (Strada Maggiore 34 - www.museomusicabologna.it), che offre una preziosa cornice alle iniziative. A suggerire un legame tra note musicali e note fragranti durante il Festival sarà l’installazione Rhodon Rheo, un’indagine sul “suono della rosa” realizzata dall’artista Elisa Leonini con il contributo musicale di Alfonso Santimone e visitabile al Museo della Musica dal 21 maggio al 2 giugno (dalle 21.00 alle 23.00) grazie alla collaborazione con MLB Maria Livia Brunelli Home Gallery.

Si muove tra arte olfattiva e design il progetto nu_be (www.nubeperfume.com), nuovo concept di fragranze il cui nome significa “nuvola”, come le nebulose di polvere responsabili della formazione dei pianeti e delle stelle, ma anche new being, cioè “nuovo essere”. La sfida di nu_be, lanciata da una giovane azienda di Parma e raccolta da quattro maestri profumieri francesi, tra cui Françoise Caron e Antoine Lie, è stata quella di creare un’evocazione olfattiva di alcuni elementi invisibili eppure essenziali per la vita sulla Terra. Nascono così le 5 fragranze “astratte” intitolate Idrogeno, Elio, Litio, Carbonio, Ossigeno, presentate giovedì 23 dalle 19.30 presso la Profumeria Al Sacro Cuore (Galleria Falcone Borsellino) nell’incontro con aperitivo dal titolo NU_BE: l’universo è profumo. Nell’area eventi del Museo della Musica, domenica 26 alle 16.30, una suggestiva performance olfattivo-visivo-sonora, dal titolo Performing NU_BE, evoca con profumi, immagini, suoni e letture la nebulosa degli elementi primordiali, che hanno dato origine all’Universo e avvolge il pubblico nelle atmosfere del concept. Partecipano all’evento Alberto Borri e Serena Ghidini, fondatori e manager della Fluidounce- azienda che ha lanciato il progetto- la designer Francesca Gotti autrice del concept e del packaging e Tommaso Granelli, orchestratore del racconto di nu_be.

L’intersezione tra linguaggio olfattivo e visivo è al centro dell’incontro Olfactive Studio: fotografare l’essenza (martedì 21 dalle 21.00 al Museo della Musica) dedicato a Olfactive Studio, innovativo progetto che coinvolge affermati fotografi e profumieri del calibro di Massimo Vitali e Olivier Cresp, invitandoli a “sentire” le immagini e catturarne le emozioni da chiudere nei flaconi. L’ideatrice di Olfactive Studio, Céline Verleure, già allieva del creatore dei profumi di Kenzo, ripercorre le relazioni poetiche, intime e sensoriali che legano le immagini all’universo degli odori, tra bagliori di luce bianca, flashback, autoritratti e misteriose camere oscure. Nel Foyer della sala eventi, una esposizione di fotografie e profumi della collezione Olfattive Studio.

Tra visione e olfazione si muovono anche le speciali visite animate al Museo Morandi, al MAMbo-Museo d’Arte Moderna di Bologna (via Don Minzoni 14, www.mambo-bologna.org) e a Casa Morandi (via Fondazza 36- www.mambo-bologna.org), organizzate in collaborazione con il Dipartimento educativo MAMbo durante la settimana del Festival. I percorsi proposti – incentrati sul senso dell’olfatto e sull’incontro sinestetico – si fondano su una metodologia che concepisce l’educazione all’arte come uno stimolo allo sviluppo della sensibilità, alla comprensione della propria identità e della realtà che ci circonda. Si comincia mercoledì 22 dalle 18.00 alle 20.00 a Casa Morandi con Giorgio Morandi: odorose memorie d’artista e si prosegue giovedì 23 dalle 10.00 alle 12.00 al Museo Morandi con la visita Giorgio Morandi: ogni colore ha il suo odore. Guide Francesca Faruolo di Smell Festival e Veronica Cerruti del Dipartimento educativo del MAMbo. .

Innovativi dispositivi per avvolgersi di profumo sono presentati al Museo della Musica, Sala Eventi domenica 26 alle 15.00 da Jenny Tillotson nell’incontro Scentsory Design: fragranze da indossare. La ricercatrice del Central St Martin College of Art and Design di Londra parla di Scentsory Design, disciplina che unisce lo sviluppo di nanotecnologie, lo studio dell’effetto degli odori sulla mente umana, e il settore delle “tecnologie indossabili”. La Tillotson introduce diverse applicazioni da lei realizzate o in corso di sviluppo, in cui mini dispositivi computerizzati implementati in fibre tessili o accessori d’abbigliamento, danno vita ad una moda emozionale e a nuove applicazioni per il benessere.

Il legame con il fashion design è curato a Smell Festival anche grazie alla rinnovata collaborazione con ZoneModa-Università di Bologna, sede di Rimini che mercoledì 22 dalle 11.00 alle 12.30 (via S. Chiara, 40 Rimini), ospita una lecture sulla creatività e la ricerca nell’ambito del profumo dal titolo Fluide Provocazioni. L’incontro, coordinato dal Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Moda, Prof. Fabriano Fabbri e dalla Prof.ssa Antonella Mascio, vede protagonista Fluidounce, giovane casa di profumi di Parma e il suo staff di creativi che raccontano la propria innovativa idea di profumo, mezzo sensibile per provocare azioni e riflessioni.

Il Festival è come sempre promotore delle nuove tendenze nella produzione di fragranze esclusive, artigianali e di nicchia. Grazie alla collaborazione con il Grand Hotel Majestic “già Baglioni”, l’hotel 5 stelle lusso di Bologna, nasce in quest’ottica Ephemeral Showcase: un party e, insieme, un percorso espositivo sensoriale attraverso le proposte della miglior profumeria selettiva, che si svolge venerdì 24 dalle ore 18.30 alle 23.00. Tra le eleganti sale del 1° piano dell’Hotel, il pubblico può scoprire le più esclusive fragranze d’autore, le profumazioni per ambiente e le candele artigianali. Approfondimenti sulla cultura del profumo sono previsti, dalle 19.00 alle 22.00, nella sala conferenze “Camerino Di Europa” dove si alternano incontri e “olfazioni” (degustazioni di fragranze) con: la Collection Éphémère di Emilie Bouge (Brécourt); Antonio Gardoni (Bogue tailor) con il Percorso delle 9 Vie; Luca Gritti (Dr Gritti) che introduce la sua collezione ispirata alla tradizione di Venezia; Paolo e Tiziana Terenzi (Cereria Terenzi & Tiziana Terenzi) con l’arte di profumare la luce e l’Air Therapy. Nella Sala Vignola, Campomarzio70 presenta le fragranze Isabey e Mona di Orio.

Un servizio di aperitivo e buffet è disponibile sulla terrazza dell’albergo dalle 19.00 alle 21.30. Mentre per tutta la durata del Festival il Ristorante del Grand Hotel Majestic “già Baglioni”, I Carracci, propone un menù “effimero”, che interpreta il tema di Smell Festival 2013 attraverso i sapori e i profumi dell’alta cucina. Ingresso libero e gratuito senza consumazione (Aperitivo con buffet € 25 a persona. Cena ristorante Carracci € 50 P.P.).

Spiega la direttrice artistica del Festival: “Il profumo ha una natura sfuggente, è vero, ma è anche un fedelissimo custode del tempo. Possiamo infatti rivivere sensazioni ed emozioni perdute a partire da un richiamo odoroso”. Il fenomeno, conosciuto anche come “effetto Proust”, rappresenta una nuova frontiera di ricerca nel campo della medicina e della psicologia. Il tema è approfondito durante l’evento L’Odore. Percezione olfattiva della memoria, con il Prof. Gianni Brighetti, docente del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna e Giuseppe Imprezzabile, art director di Meo Fusciuni Parfum, che metteranno pubblico e stampa a conoscenza di una ricerca nata nel fertile terreno d’incontro tra arte e scienza (Sabato 25, alle 16.30, Sala Eventi Museo della Musica)

Uno sguardo alla storia con l’incontro Venezia, un museo dell’effimero (Sabato 25, alle 15.00, Sala Eventi Museo della Musica) in cui Marco Vidal, ideatore e promotore del Museo di Palazzo Moceningo a Venezia, Anna Messinis e Giancarlo Ottolini, storici del profumo e curatori della riedizione anastatica dei Nobilissimi Secreti dell’Arte Profumatoria, raccontano dell’ambizioso progetto del Museo del Profumo di Venezia, nato per valorizzare il ruolo d’eccellenza che l’Italia ricopre nella tradizione profumiera mondiale. In anteprima a Smell la nuova fragranza The Merchant of Venice abbinata al Museo.

L’olfatto e l’uso degli oli essenziali come via di accesso al benessere e a una più alta qualità di vita è l’argomento trattato sabato 25 alle 11.00 al Museo della Musica nell’incontro Conoscere gli oli essenziali insieme a Marco Valussi, fitoterapeuta laureato a Londra e ricercatore associato presso l’Unità di Biostatistica, Epidemiologia e Salute pubblica dell’Università di Padova. Valussi presenta anche il suo nuovo libro Il Grande Manuale dell’Aromaterapia. Fondamenti di scienza degli oli essenziali, Tecniche Nuove 2013.

Sotto il profilo storico e in chiave tutta femminile, l’aspetto magico e curativo dell’uso di piante, profumi e balsami, è trattato in collaborazione con la Biblioteca Italiana delle Donne di Bologna, giovedì 23 dalle 18.00 presso l’Aula Magna del Complesso di Santa Cristina (via del Piombo 5), dove Erika Maderna presenta il suo libro Medichesse. La vocazione femminile alla cura (Aboca, 2012) coadiuvata da Paola Goretti, storica dell’arte e del costume.

Un viaggio sensoriale nel formaggio D.O.P. è quello proposto in Aroma: viaggio sensoriale nel formaggio d.o.p da Michele Grassi, critico di formaggi e Maestro Assaggiatore O.N.A.F.; un invito a ‘mangiare il formaggio con il naso’ scoprendo la qualità e la varietà degli aromi contenuti nei prodotti caseari D.O.P. Vincitore della Grolla d’Oro 2009 come produttore, autore di una guida ai formaggi nell’Italia dell’eccellenza gastronomica (Tamellini Edizioni)- che presenta al pubblico festivaliero -Michele Grassi conduce un’imperdibile avventura olfattiva, accompagnando il pubblico in esperienze di degustazione del formaggio di qualità (domenica 26 alle 11.30, Sala Eventi Museo della Musica).

Durante il Festival, inoltre, tutta la città si anima dando vita al programma di ‘Round Smell Festival, un circuito di eventi, incontri, presentazioni, workshop dislocati nel tessuto urbano di Bologna, tra profumerie, sale da tè, e associazioni culturali.

Il programma dettagliato è disponibile su www.smellfestival.it.

Per dettagli sulle modalità di partecipazione agli eventi consultare il sito o chiedere a info@smellfestival.it

Add This! del.icio.us Digg Facebook Furl Google Google Reader Mister Wong Ask.com MyStuff Ask.com Yahoo! MyWeb Netscape Segnalo Technorati Blinklist Blogmarks BlogMemes BlueDot BlogLines co.mments Connotea de.lirio.us Diigo DZone FeedMeLinks Folkd.com Fleck icio.de IndianPad Leonaut Plugin by Dichev.com

No responses yet

« Prev - Next »